fbpx
0

Totale 0,00 €

 x 

Oggetti aggiunti di recente

Il tuo carrello è vuoto
Carrello vuoto

Blog

Conoscere il Molise. I nostri consigli!

LA CARRESE DI SAN MARTINO IN PENSILIS

LA CARRESE DI SAN MARTINO IN PENSILIS

Oggi, 30 aprile, ricorre la prima di antiche e spettacolari manifestazioni che ogni anno nei mesi primaverili prendono vita in Basso Molise: le Carresi.

Il termine “Carrese” sta proprio ad indicare la “corsa dei carri”, ossia una gara di velocità tra due o più carri trainati da coppie di buoi.

Queste rievocazioni accomunano i paesi di San Martino in Pensilis, Ururi, Larino (dove invece di una corsa ha luogo una sfilata di oltre cento carri) e Portocannone; ogni carrese nasce dalla devozione di ciascuna comunità locale verso il proprio Santo Patrono.

 fernando lucianetti ph neutro 20210430 31

@fernando_lucianetti

Ed oggi a San Martino in Pensilis si celebra il rinvenimento del corpo di San Leo.

La leggenda narra che i signori di San Martino e di altri comuni vicino, durante una battuta di caccia rinvenirono le spoglie di San Leo. Per poter decidere a chi attestare la paternità del ritrovamento misero il corpo del santo su un carro trainato da bui che lasciato libero scelse di fermarsi a San Martino in Pensilis. La corsa che seguì questo episodio è datata intorno al XIII sec.; nel corso del tempo subì alcune modifiche, come nell’800 quando ai contadini che si recavano a gareggiare con il bue da lavoro si sostituirono i ricchi proprietari terrieri che si potevano permettere un piccolo allevamento di buoi utilizzati solo per la corsa.

 randa mi1 20210430 29

@randa_mi

Questo accentuò le rivalità tra le famiglie autorevoli del Paese che videro nella gara un mezzo per esaltare il proprio prestigio. Nacquero così, per spirito di competizione, numerosi carri.

Oggi i carri in gara sono tre: i "Giovani" con i colori bianco-celesti, i “Giovanotti” con i colori giallo-oro, e i “Giovanissimi” con i colori giallo-verde.

 1796822 10206091273110182 3569620881572845025 o

@emicuratolo

La gara ha luogo in un percorso che da fuori il centro abitato, conduce in città, attraversando un antico tratturo, in cui avviene l’imperdibile cambio dei buoi; questi, infatti, stanchi dai chilometri percorsi vengono sostituiti in corsa da una nuova coppia di buoi per proseguire sino al paese, dove il carro che per primo attraversa l'arco, che conduce al piazzale antistante la chiesa di San Pietro apostolo, vince.

L’intera gara è un crescendo di emozioni, dalla partenza che avviene con i carri rivolti al mare, in senso opposto a quello di corsa e che quindi devono roteare di 180°, al momento del cambio, con attimi di tensione e manovre decisive che possono decretare il vincitore, sino all’arrivo in città.

Il carro vincitore, nel giorno di San Leo ha l’onore di portare in processione il busto argenteo del santo.

Una manifestazione altamente consigliata per chiunque voglia vivere emozioni ad alto tasso di adrenalina.

 pasquale.dilegge 20210430 30

@pasquale.dilegge

20°C

Larino, IT

Moderate Rain
Umidità: 83%
Vento: ONO a 1.63 m/s
Lunedi
18°C / 22°C
Martedi
17°C / 24°C
Mercoledi
17°C / 22°C
Giovedi
19°C / 25°C
Venerdi
18°C / 28°C
Sabato
19°C / 24°C

essentia logo w

Iscriviti alla Newsletter

Email
Nome: Cognome: